Materasso in Memory foam: scopri se fa al caso tuo

materasso memory

La scelta del materasso non va mai fatta a cuor leggero perché si tratta di un investimento fondamentale per la qualità del sonno e della salute. Una volta acquistato, il materasso dura anche 15 – 20 anni e perciò bisogna sceglierlo con cura, informandosi bene dei diversi materiali con cui lo possono produrre. Dormire male equivale ad avere un abbassamento della qualità della vita perché solo chi è riposato, ha le energie necessarie per affrontare la giornata con positività. Chi dorme male, spesso è scontroso, di cattivo umore e imbronciato. Diverse persone soffrono di insonnia e di mal di schiena senza pensare che forse è tutto imputabile la materasso vecchio da cambiarie.

Per capire se il materasso memory foam è la soluzione ideale che fa al caso tuo, continua a leggere questa breve guida che ti dà tutte le informazioni più complete.

Come è fatto un materasso in memory

Il materasso in memory è composto da una speciale schiuma viscoelastica che si modifica in base al calore del corpo. Il materiale si modella in relazione alla curvatura della schiena, seguendo ogni vertebra che compone la spina dorsale. Il sostegno che ne deriva è molto naturale e ciò assicura un dolce e tranquillo riposo. La pressione del corpo è distribuita in maniera graduata grazie al materasso che si modella, il quale poi torna alla forma originale appena le pressioni spariscono.

Perché usare un materasso in memory

Il materasso in memory foam è una tipologia molto morbida che risulta adatta a chi non vuole un materasso molto duro. Sembra di dormire su una nuvola poiché il materiale di cui è composto avvolge il corpo e segue ogni sua forma.

Chi è abituato a dormire su un fianco, lo troverà perfetto perché permette alla spalla di sprofondare senza avere il problema di dovere mettere il braccio durante la notte, garantendo la massima comodità. È altresì perfetto per le persone che sono un po’ freddolose dato che è in grado di trattenere il calore ed evitare il freddo durante la notte. Per tale ragione, è molto indicato per le zone dove il clima è più rigido.

Chi dovrebbe evitare il memory

Il materasso in memory foam non è la soluzione definitiva e conviene prendere in esame anche i punti di debolezza prima di fare questo investimento importante per la vita.

Il materasso in memory non dovrebbe esser scelto da tutte quelle persone che vogliono dormire su una tavola di marmo e sentono il bisogno di un sostegno molto vigoroso per la schiena. È un materasso piuttosto morbido che comunque può recuperare un po’ di solidità se combinato con le molle, per esempio.

Al mattino, bisogna sempre far prendere aria al materasso che assorbe l’umidità altrimenti si possono sviluppare batteri, acari della povere e simili. È necessario aprire le finestre per una decina di minuti e far prendere aria la materasso senza le coperte sopra. A molti potrebbe risultare troppo caldo e perciò non è indicato per quelle persone che soffrono il caldo durante la notte e tendono a sudare molto.

Loading...