Piante tropicali: il pollice verde comodamente nel salotto di casa

piante tropicali esterno

Che cosa c’è di meglio di un ambiente casalingo calmo e tranquillo dove, oltre all’armonia derivante dalla disposizione dei mobili, c’è anche un po’ di verde ad accompagnare il tutto?

Le piante infatti donano quel tocco di natura in più all’ambiente, grazie ai loro colori e profumi, oltre renderlo più sano grazie al ricambio di ossigeno. Se però non volete il classico vaso di margherite, di fiori di campo oppure un solitario e piccolo cactus, allora perché non provate ad arricchire il vostro salotto con delle piante tropicali?

Ce ne sono davvero di tutti i tipi e per tutte le tasche, ma prima di procedere all’acquisto fate bene attenzione ad alcuni dettagli fondamentali.

Le precauzioni da adottare con le piante tropicali

Innanzitutto bisogna analizzare attentamente lo spazio dove andremo a mettere queste piante tropicali.

Fattori come la luce, la temperatura, la capacità di resistere senz’acqua sono dei fattori di vitale importanza per questo particolare tipo di piante ai quali bisogna unire un’analisi attenta, dopo il nostro “rilevamento casalingo”, delle cure specifiche che esse necessitano.

piante tropicali interno

Valutate poi in maniera altrettanto minuziosa quanto tempo potrete dedicarvi a loro perché non c’è niente di peggio che vedere delle bellissime piante appassire e perdere fiori e foglie.

Dopo esservi fatti un’idea potete dunque andare dal vostro floricoltore di fiducia e prendete la pianta che più si aggrada alle vostre esigenze senza mai dimenticare di chiedergli qualche consiglio in più, non guasta mai.

Le piante tropicali per il salotto

Principalmente esse si dividono in ricadenti, ottime per delle decorazioni sospese in vasi, erette, procuratevi un grande vaso e molto spazio, grasse, come il cactus già citato in precedenza, e fiorite, anche in inverno.

Oltre al classico Ficus di fantozziana memoria, potrete sbizzarrirvi dunque con la Kentia, una delle variabili delle altrettanto classiche palme, respirare il profumo delle foreste brasiliane con il Nidularium, osservare la maestosità delle foglie di Dracanea oppure avventurarvi nella Foresta Amazzonica alla vista del Caladium e di esempi ce ne sarebbero a bizzeffe, anzi, a fronde!

Più che una semplice questione di estetica è un vero e proprio viaggio all’interno della natura più colorata ed esotica!

Le piante tropicali per il giardino

Se volete trasformare anche il vostro giardino in un piccolo angolo di terre lontane allora queste sono alcune delle piante che fanno più al caso vostro, insomma, delle vere e proprie evergreen.

Il bambù dà un effetto suggestivo e d’impatto, chiedete ai panda, e garantisce una rapida crescita oltre che ad una resistenza invidiabile rispetto ad un qualsivoglia canneto.

La palma poi è un autentico simbolo dei paradisi tropicali, ma badate bene di esporla al sole e di coprirla adeguatamente durante i periodi dell’anno più freddi.

Le felci poi danno un’idea di antico e classico, ideali anche per i meno avvezzi al giardinaggio poiché non richiedono particolari cure.

Con la Strelitzia poi, detta anche “Uccello del Paradiso”, potrete dare al vostro giardino un autentico caleidoscopio di colori sgargianti e caldi come l’Africa dalla quale proviene.

Loading...