Culla per arredare con stile la cameretta del neonato

culla

Quando arriva un neonato, la vita cambia drasticamente e ci sono mille cose a cui pensare. Una di queste è sicuramente la camera dal bambino che va arredata con cura e gusto perché sia un luogo tranquillo dove il nuovo arrivato possa riposare, giocare e crescere. Uno degli elementi fondamentali da inserire nella camera di un neonato è la culla; sceglierla non è così facile perché esistono davvero moltissimi modelli che possono rispondere alle esigenze.

In questa breve guida, vediamo alcuni tipi di culla per capire quali sono le tipologie più usate e le differenze principali.

Classica in vimini

Chi è alla ricerca di una culla classica, deve per forza prendere in considerazione quella in vimini. Questo lettino è molto caratteristico e iconico, ideale per una cameretta dai richiami retrò. Spesso è dotata di comode ruote per cullare il bambino e fargli prendere sonno più velocemente. I mobili del resto della stanza non potranno esser troppo moderni ma preferibilmente in legno, o finto tale, mai lisci ed essenziali che sono propri di un arredo più moderno. È una soluzione romantica dai toni chiari e tenui per un “nido” classico.

Da cesta e culla

Esistono dei modelli che da cesta, tipo navicella, si tramutano poi in lettino. Infatti, hanno una struttura che sorregge la cesta. All’occorrenza, l’ovetto può essere staccato dalla sua base. La cesta deve esser completa di materasso e imbottiture laterali per garantire il massimo confort del bebè.

La culla di design

Esistono oggi un sacco di proposte che si caratterizzano per un design particolare. Ci sono oggi delle culle dalle forme diverse che si sistemano anche per terra. Hanno una forma bombata per cullare il bambino. È facilissima da montare e da smontare, facile da trasportare anche in vacanza oppure ovunque serva. Oggi queste particolari culle sono spesso realizzate con prodotti ecologici e bio compatibili come particolari pannelli di cartone spesso e resistente oppure legno con un pratica sistema ad incastro. Sono ideale per chi in casa ha uno stile particolare che guarda alla sostenibilità e anche all’innovazione.

Da sistemare accanto al letto

Oggi si usano moltissimo delle culle che vengono sistemate accanto al letto dei genitori o addirittura agganciate al materasso. Prendono il nome di culla fianco letto e sono una soluzione perfetta per chi ha poco posto e non ha intenzione di alzarsi per andare nella cameretta del piccolo tutte le volte che piange nel bel mezzo della notte.

Le culle sospese

Chi è alla ricerca di qualcosa fuori dal comune potrebbe trovare interessanti le culle sospese. Invece di poggiare per terra, hanno un sistema che le fissano al muro come fossero un’altalena. Pare sia una culla che facilita l’addormentamento del bambino perciò sta lentamente prendendo piede.

Loading...