Arredamento boho chic: le caratteristiche principali per ricrearlo a casa tua

arredamento boho chic

Lo scopo di questo articolo è quello di farti da guida a uno degli stili di arredo più usati oggi: il boho chic, è sicuramente un termine che si adatta a tantissimi campi; infatti si parla di stile boho chic anche nell’abbigliamento. Tornando al design, oggi con il termine arredamento boho chic si intende identificare la rivisitazione moderna dello stile bohemien che conferisce al gusto tipicamente hippie una nota elegante.

Le origini dell’arredamento boho chic

L’arredo in stile boho chic prende ispirazione dello stilè bohemien, tipico degli anni 70 dei figli dei fiori. Questo Sile è sempre stato tipico degli artisti perciò con soluzioni anticonformiste e fuori dai soliti schemi. Accinge da diverse fonti. Il movimento hippie, l’etnico, il nordico ma anche il far west. Bisognerebbe pensare un po’ allo stile tipico del New Mexico. È quindi un tipo di arredo molto eclettico ricco di colori e finiture diverse. Avviso ai naviganti: non è di certo uno stile per chi ama il minimalismo, l’essenziale e l’ordine.

Nuovo e vecchio

Una delle caratteristiche fondamentali dell’arredamento boho chic è il mix tra nuovo e vecchio. Gli ambienti sono carichi di oggetti vecchi che conversano con quelli più nuovi. C’è un delicato equilibrio tra pezzi veri vintage e soluzioni più moderne prese nelle grandi catene di arredamento. L’uso degli arredi trovati qua e là in mercatini e negozi premette di personalizzare molto l’ambiente e raccontare una storia.

Tanto colore

Lo stile boho chic si caratterizza anche per la vivacità dei colori. Il colore è onnipresente, anzi, i colori! La case arredate in questo modo hanno sempre mobili, suppellettili e tessili con colori vivaci. Si accostano tinte sgargianti come rosa Schiapparelli, azzurro, arancio, giallo sabbia e verde tipico della piante. La palette di colori è molto ricca e mai noiosa. Per dare una connotazione foratemene bohomien alla stanza, meglio puntare sui tessili come tappetti, cuscini e coperte. Il pattern è anch’esso particolare e richiama l’etnico tipico del Marocco e dell’India. Patchwork e pom pom completano il quadro.

Riciclo creativo

Una carta vincente che fa apprezzare questo stile è sicuramente il riciclo creativo, cioè dare una seconda vita a oggetti che altrimenti stavano in cantina a prendere polvere. Questo assicura anche un ambiente molto personale, impossibile da vedere identico in qualche altra casa. Il consiglio per arredare con questo stile di arredo è fare con calma e costruire l’arredo a mano a mano che si trovano i giusti pezzi, senza aver troppa fretta.

Tante piante

I colori sono sicuramente una caratteristica distintiva di questo arredo che vuole anche tanto verde. Le piante diventano un soprammobile in più. Scaldano l’ambiente, lo rendono vivo e vitale. Le piante possono anche esser usate per dividere lo spazio quando sono di grandi dimensioni. L’idea in più? Appendere le piante al soffitto. Ci sono dei porta vasi in corda molto adatti a questo tipo di stile per creare l’ambiente giusto. Ovviamente, non è lo stile adatto a chi non ha il pollice verde e no riesce a far vivere nemmeno l’erba miseria.

Loading...