Riscaldamento elettrico: tutte le tipologie più vantaggiose

riscaldamento elettrico

Il riscaldamento elettrico è una soluzione che può integrare il sistema di riscaldamento già esistente oppure sostituirlo del tutto. Si tratta di una modalità che presenta tanti vantaggi a cui molti non hanno ancora pensato. Tra i motivi principali per passare al riscaldamento di tipo elettrico c’è l’abbandono della classica caldaia a gas. Chi ha un riscaldamento di tipo tradizionale con i caloriferi sicuramente ha dei problemi ogni volta che riceve la bolletta, senza contare il fatto che è una modalità che produce grandissima quantità di inquinamento atmosferico.

Di seguito in questa breve guida vediamo quali sono le tipologie di riscaldamento elettrico e tutte le loro caratteristiche distintive.

Il riscaldamento a pavimento

Quando si parla di riscaldamento elettrico spesso si fa riferimento riscaldamento a pavimento. Si tratta di una delle soluzioni che ha conquistato tutti nell’ultimo decennio. Ci sono tanti vantaggi per preferire il riscaldamento a pavimento cercando dal non avere più radiatori classici ma ottenendo un impatto estetico migliore e maggiore spazio negli ambienti. Il comfort abitativo garantito dal riscaldamento elettrico a pavimento è Massimo. Bisogna tenere presente che il calore tende a salire verso l’alto perciò riscaldare a livello del pavimento consente di minimizzare la dispersione e poter anche camminare tranquillamente a piedi scalzi anche in pieno inverno.

Il riscaldamento elettrico battiscopa

Una delle modalità più diffuse di riscaldamento elettrico è quello a battiscopa. Si tratta di resistenze elettriche posizionate lungo i muri perimetrali degli ambienti, nascoste dal battiscopa. Il riscaldamento a battiscopa presenta diversi vantaggi soprattutto all’interno di abitazioni di dettatura ridotta. Evita l’ingombro dei classici termosifoni aumentando lo spazio disponibile. Bisogna però tener conto che questo genere di riscaldamento ha il difetto di riscaldare solamente delle superfici limitate. Negli ambienti più grandi, il calore non si diffonde uniformemente il centro della stanza risulta ancora freddo.

La stufa elettrica

Quando si parla di stufe elettriche si fa riferimento a una tipologia molto pratica perché non richiede installazione ma basta collegarla direttamente alla presa di corrente. Non ha nemmeno bisogno di alcun tipo di scarico poiché sono semplicemente costituita da elementi riscaldanti. Bisogna però ricordare che questa tipologia consuma grandi quantità di energia elettrica facendo aumentare i consumi e la bolletta della luce. In particolare, si abbassa il costo della bolletta del gas ma si alza quello dell’energia. Inoltre, sono soluzioni che riescono a riscaldare solo piccoli ambienti perciò spesso si vedono impiegate in bagno dove occorre avere una temperatura più alta per massimizzare la comodità.

Il riscaldamento elettrico svedese

Quando si parla di radiatori elettrici, si fa riferimento al tipo di riscaldamento cosiddetto svedese. Si tratta di una buona soluzione alternativa ai soliti radiatori collegati alla caldaia a gas. I vantaggi di questa tipologia riguardano il risparmio sui consumi e anche sulle operazioni di manutenzione che sono pressoché inesistenti. Molti prendono in considerazione questa tipologia perché hanno un’installazione semplice e veloce. L’impatto estetico risulta essere molto simile ai classici termosifoni che riscaldando in modo ottimale gli ambienti domestici.

Loading...