Siepe artificiale: cos’è e perché si usa tanto

Siepe artificiale

In tanti contesti occorre realizzare una siepe per creare privacy e definire I confini oltre ad aggiungere una nota di verde in giardini ma anche terrazzi e balconi. Purtroppo, le siepi naturali hanno bisogno di manutenzione poiché vanno regolate puntualmente e ti ritrovi a domandarti: “Chi me lo ha fatto fare?”. È bene sapere che esiste un’alternativa che non richiede manutenzione per ottenere i medesimi risultati. Si tratta della siepe artificiale, una soluzione con numerosi vantaggi.

Nell’approfondimento che segue, puoi scoprire nel dettaglio che cos’è una siepe finta, come si installa e anche quali sono le operazioni di manutenzione per farla durare a lungo nel tempo.

Che cos’è la siepe artificiale

Quando si parla di siepe artificiale si fa riferimento a un prodotto spesso venduto in rotoli di diverse lunghezze e altezze. È molto facile da applicare delimitando dei confini e assicurando privacy senza che tu abbia a che fare con terra, vasi e soprattutto potature stagionali. Esistono diverse tipologie che riproducono per migliorare anche l’estetica. Infatti, può trattarsi di gelsomino, edera, photinia, compresa la sua variante rossa.

Come si installa

Oggigiorno trovi in commercio tante soluzioni alternative per garantire un’estetica perfetta che aggiunge una nota in più ai tuoi spazi esterni che diventano immediatamente più vivibili. In tanti la scelgono per realizzare delle separazioni, in particolare quando i balconi sono confinanti. Scegli soluzioni di alta qualità per ottenere un impatto estetico migliore sul tuo balcone o in giardino.

Per quanto riguarda l’istallazione, è molto facile poiché basta fissare la siepe artificiale alla ringhiera del balcone oppure in giardino utilizzando dei gancetti e il gioco è fatto! È sufficiente prendere le misure della zona recitare con un metro a nastro per creare uno spazio protetto da sguardi indiscreti e anche ombreggiato.

La manutenzione della siepe artificiale

Si tratta di un prodotto resistente poiché è pensato appositamente per resistere e stare all’esterno senza rovinarsi. In poche parole, una volta che hai installato questa siepe non devi fare altre opere di manutenzione, cosa impossibile capire per le siepi vere e naturali. L’unico problema è che può sporcarsi e riempirsi di residui come polvere, polline e altra sporcizia trasportata dal vento e pioggia. Per pulirla, è sufficiente utilizzare della semplice acqua dal rubinetto. Tanti usano il tubo di indicazione per il prato per pulire anche la siepe finta.

Purtroppo, anche la siepe finta ha delle problematiche che devie mettere in conto. Infatti, la luce solare può rovinare il colore facendolo sbiadire. Altro motivo per scegliere un posto un po’ riparato per la siepe artificiale è proteggerla dalla grandine che può rovinare le foglie quando è particolarmente intensa, come capita durante I temporali estivi.

 

Loading...