Caldaie a condensazione: facciamo il punto sui modelli di nuova generazione più interessanti del momento

Le moderne caldaie a condensazione rappresentano una soluzione efficace per migliorare il benessere termico in casa. Questa tecnologia, infatti, consente di recuperare una parte del calore dai fumi di scarto riducendo le emissioni e i consumi dell’impianto, per risparmiare sui costi in bolletta e diminuire l’impatto ambientale usufruendo di un comfort sostenibile.

In particolare, i modelli di ultima generazione disponibili sul mercato offrono dei vantaggi rilevanti e consentono di rendere più efficiente l’impianto di riscaldamento, grazie a tecnologie innovative frutto di anni di ricerca e sviluppo in questo campo. Si tratta di prodotti di alta qualità, spesso compatibili con sistemi alimentati con fonti energetiche rinnovabili e omologati con le migliori classi di efficienza energetica.

Inoltre, oggi le caldaie a condensazione di nuova generazione si possono acquistare anche online, presso siti specializzati come Desivero, la piattaforma di riferimento in Italia per la climatizzazione e l’arredo bagno.

Modelli e caratteristiche delle caldaie a condensazione di nuova generazione

Nel settore delle caldaie a condensazione alcuni marchi si distinguono per la qualità elevata e le ottime prestazioni dei propri prodotti. Tra questi c’è Ariston, marchio di origine italiana che sviluppa tecnologie facili da usare, installare e mantenere. Tra i modelli migliori dell’azienda c’è la caldaia murale a condensazione Clas B One Wi-Fi, un impianto con accumulo integrato da 40 litri, modulo Wi-Fi integrato compatibile con l’app Ariston NET e un’elevata silenziosità in ogni modalità d’impiego.

Altrettanto apprezzati sono i prodotti Sylber, azienda italiana attiva nel settore idrotermosanitario dal 1961 e oggi appartenente al prestigioso gruppo Riello. Un modello da valutare è la caldaia a condensazione Style 4HE 25C, caratterizzata da un innovativo post-scambiatore condensante in acciaio inox, basse emissioni di NOx e una nuova interfaccia digitale. Altrettanto vale per la caldaia murale a condensazione Sylber Conica K 30c a metano, un impianto con potenza di 30 kW compatibile con l’installazione all’esterno o da incasso.

Tra le caldaie a condensazione di nuova generazione ci sono anche i prodotti Beretta, come la Mynute X Box 30C per chi desidera un impianto di classe A con dimensioni compatte, bassissime emissioni di NOx e resistenza al gelo fino a -5°C. Un altro prodotto interessante è la caldaia a condensazione per riscaldamento e acqua calda sanitaria Meteo X 30C, dotata di scambiatore in acciaio inox, protezione antigelo fino a -15°C e un moderno pannello di controllo remoto.

Una caldaia a condensazione di ultima generazione è anche la Victrix Tera24 Plus V2 di Immergas, un modello murale solo riscaldamento che assicura bassi consumi di energia in linea con le Direttive Europee, oppure la Baxi Luna In Plus 26 WiFi con display LCD di serie, sistema di caricamento automatico e collegamento ad impianto a zone. Lo stesso vale per la caldaia a condensazione Bosch Junkers 5300i WT, un impianto murale con bollitore integrato e gestione remota tramite app abbinandolo con un termostato smart.

Cosa valutare nella scelta di una caldaia a condensazione di ultima generazione

L’ampia gamma di caldaie a condensazione in commercio non rende semplice la scelta del modello più adatto alle proprie necessità. Ovviamente è sempre opportuno rivolgersi a dei professionisti qualificati, per valutare insieme a un esperto quale prodotto acquistare per avere un comfort termico sostenibile nella propria abitazione. Esistono infatti diversi aspetti che bisogna considerare in questi casi, per essere certi di individuare la caldaia più adatta e con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Innanzitutto, è necessario decidere se acquistare una caldaia a condensazione solo per il riscaldamento, ad esempio quando nell’abitazione è già presente uno scaldabagno, oppure se preferire un modello combinato per riscaldare e produrre anche acqua calda sanitaria in modo istantaneo. Bisogna tenere conto anche del luogo in cui montare l’impianto, in base al quale capire se orientarsi su una caldaia da esterno o da interno con determinate caratteristiche d’installazione e funzionamento.

Un altro fattore da valutare sono le dimensioni dell’abitazione, per stabilire la potenza necessaria perché la caldaia possa garantire un benessere termico ottimale. Anche la classe energetica dell’impianto è un aspetto da non trascurare, in quanto mostra il livello di efficienza energetica della caldaia e il risparmio di energia che si può ottenere. Bisogna poi decidere se acquistare una caldaia a condensazione murale o a basamento, in base allo spazio disponibile e alla potenza necessaria.

Infine, è necessario considerare la qualità dei materiali costruttivi, il design della caldaia a condensazione, soprattutto in caso di modello murale installato all’interno dell’abitazione, le tecnologie digitali e, se utile, la compatibilità con altri impianti come la pompa di calore o il solare termico.

Non vanno trascurate anche le performance dell’impianto in termini di rendimento, emissioni e consumi energetici, valutando inoltre la garanzia del prodotto e la possibilità di usufruire degli incentivi pubblici.