Come pulire il forno: 3 modi fai da te che pochi conoscono

Come pulire il forno

Come pulire il forno è una domanda molto frequente perché è tra le operazioni più noiose e fastidiose che ci sia quando si tratta di pulire la cucina a fondo. Rimuovere lo sporco incrostato, gli schizzi di olio e altri residui bruciati non è per nulla facile e, nonostante la buona volontà e l’olio di gomito, capita di non avere un risultato soddisfacente.

Per evitare che questo accada di nuovo, abbiamo pensato di dare qualche consiglio utile su come pulire il forno e farlo splendere come fosse appena stato installato.

Una prima considerazione

La pulizia del forno andrebbe fatta dopo averlo utilizzato, quando è ancora un po’ caldo. È sufficiente attendere che il forno si intiepidisca per iniziare le operazioni di pulizia. È molto più facile rimuovere efficacemente lo sporco dal forno perché il calore scioglie i grassi che una volta solidificati, sono molto più difficili da rimuovere. La pulizia andrebbe fata quindi dopo ogni uso in maniera anche da evitare che la volta successiva ci siano residui che si bruciano e rilasciano fumi tossici.

Come pulire il forno con bicarbonato e aceto

La miscela migliore che ci sia per agire contro lo sporco incrostato del forno è bicarbonato di sodio e aceto, bianco o di mele. L’aceto è un prodotto perfetto per pulire tutte le superfici che vanno a contatto coni cibi evitando di far ricorso a prodotti con sostanze chimiche al loro interno. Il bicarbonato di sodio è un ingredienti che non dovrebbe mai e poi mai mancare nelle dispense e nelle credenze di casa perché è utilissimo; anche per le pulizie! Aggiungendo un ingrediente acido come l’aceto di vino bianco o mele al bicarbonato, si crea una schiuma sgrassante che va passata su tutto il forno con una spugna leggermente abrasiva.

Una bibita gasata come la cola

La bibita gasata al gusto cola è perfetta quando si cercano sistemi su come pulire il forno. In pochi lo sanno ma la Coca Cola è leggermente corrosiva perciò è sufficiente lasciarla agire sullo sporco più ostinato per una pulizia brillante. Basta fare una prova lasciando in un bicchiere di cola una monetina in rame arrugginita, sporca e vecchia per ritirala il giorno dopo come se fosse appena uscita dalla zecca di Stato. Dopo aver lasciato agire il prodotto, si passa un panno assorbente per rimuovere l’eccesso e svelare un forno brillante come non mai.

Come pulire il forno con il succo di limone

Qualcuno si è mai domandato perché tanti detergenti per le pulizie sono a base di limone? No è solo per una questione di profumo, ma anche questo – come l’aceto – è un ingrediente acido che aiuta a sciogliere i grassi. Per pulire il forno in modo naturale basta sistemare in un catino succo di limone e acqua calda. La solita spugna abrasiva va immersa nella miscela e poi passata sullo sporco ostinato che finalmente se ne andrà via. Chi non dovesse avere un limone da spremere, può utilizzare un sostituto come il lime.

Loading...