Case in bioedilizia: le abitazioni green ed ecosostenibili per l’ambiente

bioedilizia - esterno

Da qualche tempo a questa parte è in atto una vera e propria rivoluzione che sta contagiando sempre più aspetti della nostra vita quotidiana a tutti i livelli.

È infatti in atto una autentica rivoluzione verde, o comunque green, che vede protagonista il tema della sostenibilità ambientale.

È risaputo che l’uomo sta gravando troppo sul pianeta Terra e, se anche una giovane ragazza svedese con le treccine (Greta Thunberg) è arrivata fino al Parlamento Europeo ed ha organizzato una marcia globale per il clima, allora è proprio il caso di farsi qualche domanda e non pensare sempre che se ne occuperà qualcun altro.

bioedilizia - interno

La bioedilizia o green building: che cos’è e perché conviene?

Altresì detta anche “costruzione verde” (traduzione letterale) oppure architettura sostenibile, quando si parla di bioedilizia s’intende una casa progettata, costruita, certificata e mantenuta come tale secondo i principi e le valutazioni della sua efficienza energetica, del suo impatto ambientale, dell’uso di risorse rinnovabili e della qualità dell’aria interna giusto per citare le più basilari.

Con origini risalenti agli anni Settanta ed Ottanta, periodo non a caso di crisi petrolifera, la bioedilizia prevede la costruzione di case di qualità che non danneggino dunque l’ambiente e che siano “autosufficienti”.

Pannelli solari ed altri sistemi di questo tipo, oltre che a strutture in legno o riciclate, non mancheranno di certo ed inseriranno la casa in un vero e proprio ambiente naturale!

Non siamo ai livelli delle famose ed utopiche “città giardino”, ma è già un passo avanti in direzione della sostenibilità.

Soprattutto se si parla del portafoglio visto che le convenzioni per realizzare delle abitazioni simili non sono poche e, anzi, stanno aumentando sempre più.

Case in bioedilizia: da dove si comincia per costruire

Prima di tutto, proprio come per le abitazioni più comuni, occorre trovare il giusto terreno edificabile dove sorgerà la nostra casa in bioedilizia.

Anche se realizzata in maniera più green non possiamo certo metterla in mezzo ad un prato o sopra un terreno non adatto visto che le fondamenta sono sempre di puro cemento armato! Il carico sarà minore, ma si tratta pur sempre di una casa.

Esistono poi tanti modelli prefabbricati in legno, ma non basterà semplicemente scegliere quello che ci piace di più, dovrà essere selezionato in base al terreno a nostra disposizione.

I vari pezzi del prefabbricato potranno poi essere personalizzati e sagomati con relativa facilità e rapidità, ma sempre nel rispetto delle norme edilizie europee.

Dopo avere scelto il tutto, ed essere in regola con i permessi e la burocrazia, bisognerà trasportare materiali e forza lavoro sul posto per dare il via al cantiere.

Prima di procedere date il tempo alle fondamenta di consolidarsi per bene nel terreno e che i materiali vengano trattati ed impermeabilizzati.

In seguito gli operai monteranno letteralmente la casa in bioedilizia davanti ai vostri occhi, un po’ come una costruzione in Lego, e dopo che saranno state ultimate anche le finiture esterne e tutti gli impianti (da quello dell’acqua a quello elettrico) la vostra abitazione green ed ecosostenibile sarà pronta per voi a tempo di record!

Loading...