Cambiare materasso: tutto quello che c’è da sapere per scegliere bene

È arrivato il momento di cambiare il tuo vecchio materasso e, per questo, ti stai chiedendo come sceglierne uno che sia davvero il più adatto a tutte le tue esigenze?

La cosa più importante che dovresti tenere a mente è che un buon materasso sostiene il corpo, facendo sì che la colonna vertebrale mantenga una posizione corretta anche durante il sonno ed evitando che si faccia troppa pressione sulle articolazioni, per esempio della spalla.

In altre parole, il materasso ideale non è né troppo rigido né troppo morbido – anche se, a seconda di come si è abituati a dormire, si potrebbe trovare di fatto più comodo l’uno o l’altro – ma dovrebbe dare come l’impressione di essere comodamente avvolti durante il sonno. Già da quanto detto fin qua, insomma, dovresti aver intuito quanto importante è un materasso di buona qualità per assicurarsi un sonno davvero ristoratore.

Dalla tipologia agli standard di qualità: una breve guida per chi debba cambiare materasso

Il primo dilemma che dovresti provare a risolvere riguarda, comunque, che tipologia di materasso acquistare. I più tradizionali, i materassi a molla, sono ancora i più diffusi soprattutto perché hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e una lunga durata nel tempo.

Se vuoi un prodotto più all’avanguardia, e se possibile ancora più duraturo, potresti optare per un materasso a molle insacchettate che, tra l’altro, dà maggiore sostegno al corpo durante il sonno. Di moda negli ultimi anni sono diventati, invece, i materassi in memory foam: in schiuma di poliuretano hanno la particolarità che si adattano perfettamente al corpo e alle posizioni assunte durante il sonno, risultando di fatto più ergonomici e utili, per esempio, per chi soffra di problemi cronici alla schiena.

Sul mercato, però, si trovano anche materassi in lattice naturale che sono tra i più adatti a chi presta particolare attenzione ad ambiente e sostenibilità e, ancora, materassi ibridi.

La buona qualità del materasso, il suo essere realizzato con materiali certificati e secondo processi rispettosi dei più alti standard in materia, comunque, più della tipologia di materasso, dovrebbe rappresentare l’ago della bilancia nella scelta.

I materassi Tempur, per esempio, sono tra i prodotti migliori oggi sul mercato, dotati come sono di numerose certificazioni ISO e certificazioni di qualità che ne attestano l’assenza di difetti di fabbrica e la più totale sicurezza d’uso anche per diversi anni di seguito. Questa azienda, come altre che fabbricano materassi di qualità del resto, offre ai propri clienti una garanzia prolungabile a 10 anni che copre difetti nel materiale causati dalla lavorazione del prodotto.

Tempur ti permette inoltre di acquistare i materassi a rate: l’azienda offre infatti la possibilità di finanziare l’acquisto del nuovo materasso e lo fanno, tra l’altro, a tasso zero. Inoltre, l’azienda dispone di collezioni, come la Original, che sono riconosciute come dispositivi medici, dando quindi accesso a detrazioni fiscali.

Per concludere quindi, nella scelta del materasso è sicuramente cruciale tenere conto della qualità dei prodotti che si vanno a scegliere, ma non solo: prima di tutto è fondamentale conoscere le proprie esigenze così da trovare un prodotto che soddisfi sia standard oggettivi, sia standard soggettivi di ciascuno di noi.

Loading...