Forno a incasso: guida completa alla scelta

forno a incasso

Se sei alle prese con la progettazione della tua nuova cucina, sicuramente hai già sentito parlare di elettrodomestici a incasso. Gli elettrodomestici incassati sono posizionati dentro ai mobili della cucina affinché siano nascosti o comunque uniformi nella composizione. Uno di questi è il forno ad incasso che può essere sistemato in basso oppure a metà altezza. Può esser di tipo a gas o ventilato e anche autopulente.

Per capire meglio di che cosa si tratta, continua a leggere questa breve guida che ti indica ti aiuta a capire quale quello ideale per te.

Dove posizionar il forno a incasso

Il forno a incasso può esser sistemato in basso oppure sopra. Nel progetto della cucina, spesso il forno si trova sotto ai fornelli. Si tratta di una soluzione molto valida soprattutto per i collegamenti elettrici. Infatti, avendo sia il forno che i fornelli nello stesso punto, si utilizza una presa sola. Potrebbe però essere un po’ scomodo perché ogni volta ti devi abbassare per aprirlo.

Spesso oggi il forno a incasso viene sistemato in una colonna della cucina a mezza altezza. Di solito, si trova appena sopra o sotto il forno a microonde, anch’esso incassato per avere tutti gli elettrodomestici che servono nella tua nuova cucina. È una soluzione molto valida e pratica perché non devi piegarti ogni volta che devi inserire teglie e prendere le pietanze pronte. Potrebbe però essere necessario aggiungere una presa dietro alla mobilia per l’allaccio elettrico.

A gas, elettrico, a vapore …

Dopo avere deciso dove piazzare il tuo forno nella mobilia della cucina, devi scegliere la tipologia. Oggi vanno sicuramente per la maggiore i forni di tipo elettrico che hanno rimpiazzato quelli a gas. È vero che quello a gas è pratico perché si scalda in fretta e non hai alti costi per l’energia, ma tieni presente che si tratta di un’installazione molto più complessa per allacciare il gas metano. Possono esserci problemi di pericolose perdite di gas e la cottura non è sempre uniforme.

Insomma, il forno elettrico è il più diffuso perché è pratico e facile da installare nonostante consumi molta energia elettrica. I forni moderni hanno funzioni avanzatissime come quella per cucinare al vapore o al modalità pane e pizza. Vale la pena spendere di più per avere un forno con prestazioni molto elevate solo se ti piace cucinare e sei spesso tra i fornelli.

Autopulente… funziona davvero?

Negli ultimi periodi si è sentito parlare di forno a incasso autopulente. Sarebbe un vero songo avere un forno che si pulisce da solo senza dover tutte le volte rimboccarsi le maniche e darci dentro con spugna e sgrassante, ma funziona davvero? Quelli catalitici sono molto costosi perché realizzati in un materiale particolare che impedisce il deposito dei grassi. Quelli pirolitici, invece, costano ancora di più e hanno una funzione apposita per bruciare i grassi e lo sporco depositato nel tuo forno.

Loading...